Home Forum FWD TURBO CUP – CONTESTAZIONI

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #863
    ciracesonline
    Amministratore del forum
    Italia
    Youtube

    SCRIVETE DI SEGUITO IL VOSTRO:

    COGNOME

    NOME

    IL GIRO INTERESATO DALL’ INCIDENTE E IL NUMERO DI MANCHE (1° o 2°)

    Nome dell’ avversario interessato all’ accaduto

    UNA BREVE DESCRIZIONE DELL’ INCIDENTE

    #1095
    Giovanni Tuccimei
    Partecipante
    Italia

    Giovanni
    Tuccimei
    2^ Manche: tempo di gara 1h07 ed 1h17 : reclamo contro la vettura Audi n° 55 – Andrea Pedulla:
    In entrambe le occasioni, appaiati in curva, non manteneva il proprio raggio di sterzata,e, allargando all’esterno, mi urtava mandandomi inesorabilmente sull’erba.

    #1096
    Giovanni Tuccimei
    Partecipante
    Italia

    Giovanni
    Tuccimei
    2^ Manche – Tempo di gara 1h17m. Reclamo contro la vettura n° 26 – Daniel Montinari:
    nell’affrontare la curva dopo il traguardo, tentando un sorpasso impossibile delle vettura 55, prima la urtava e poi mi piombava addosso mandandomi inesorabilmente fuori pista con conseguente perdita di posizioni e danno alla vettura.

    #1206
    Cristiano D’Aquino
    Partecipante
    Italia

    Cristiano D\’Aquino 2^ Manche: tempo di gara 00,35 : reclamo contro la vettura di Mangione.

    Premesso che non mi piace fare nessun tipo di reclamo, in quanto CREDO fortemente che con chi ho il piacere di ritrovarmi a gareggiare ogni volta, li ritengo tutti dei bravi piloti, e che un incidente puo’ capitare a tutti ma che sicuramente non e’ assolutamente voluto.
    Fatta questa premessa, oggi dopo aver riflettuto a lungo, non potevo esimermi dal non fare un reclamo scritto su quanto avvenuto ieri sera..ma soprattutto sperando che queste azioni irruenti,prive di qualunque ragionamento, che con una incredibile puntualita’ e recitivita’ si consumano ai miei danni da 4/5 gare a questa parte sempre da parte della stessa persona.
    Ultimo in ordine di data, e’ di ieri sera, quando al penultimo giro, il Mangione, preso dalla voglia irresistibile di passare a tutti i costi, dopo nn esserci riuscito’ x 15 giri, decideva MALGRADO LA MIA AUTO STESSE DAVANTI ALLA SUA,(guardare le immagini) di entrare a tutto gas dove, oltretutto stando all’interno INEVITABILMENTE faceva da sponda con la mia auto mandandomi dritto al muro.Questa azione Kamikaze ancora una volta, comprometteva la mia gara come gia accaduto svariate volte. Inoltre aggiungo, il fare finta di fermarsi x restituire la posizione, per poi ai fatti non la si restituisce, per me e’ ancora piu grave della azione stessa.
    Il mio comportamento in pista, PRIMA DI TUTTO, sta nel rispetto dell’avversario, sta nel non cercare di rovinare la gara altrui per la foga di passare a tutti i costi, sta nel cercare di superarsi sempre nei limiti,e se credo di aver commesso anche il piu piccolo errore verso un mio amico di gara,io MI FERMERO’ SEMPRE x ridargli la posizione…cosa che ho notato manca assolutamente.
    Io non cambiero’ modo di guidare e comportarmi in pista, perche’ a me interessa prima di SOPRAVANZARE davanti ad un altro, e’ di divertirmi e e concludere le gare sapendo di essere stato corretto in pista!
    Chiedo a questa DG di voler visionare le immagini e accogliere il mio reclamo e di conseguenza sensibilizzare ad usare un comportamento piu ragionevole in pista per il divertimento di tutti noi!

    #1230
    ciracesonline
    Amministratore del forum
    Italia
    Youtube

    IN RISPOSTA ALL’ACCADUTO NEL CIRCUITO DI ADELAIDE DI CUI SOPRA CRISTIANO D’AQUINO HA ESPOSTO RECLAMO:
    Diritto di traiettoria
    In prossimità di una curva, dove la traiettoria ideale porta all’avvicinamento al punto di corda, acquisisce il diritto di
    chiusura il pilota che un attimo prima della frenata è avanti all’altro della distanza pari o superiore ad un auto. In
    caso contrario il pilota esterno deve considerare nella sua impostazione la presenza dell’avversario che
    eventualmente decide di affiancarlo ed il pilota interno deve impostare la propria manovra usando la parte più
    stretta della curva lasciando spazio esterno all’altro pilota. Alla luce di quanto detto il pilota interno che, nel
    tentativo (voluto o meno) di non stringere verso il punto di corda entra in collisione con il pilota esterno, è passibile
    di sanzione con punti patente e/o multa. Il pilota esterno, che nel tentativo (voluto o meno) di non lasciare
    sufficiente spazio all’interno all’altro pilota entra in collisione con il pilota interno, è passibile di sanzione con punti
    classifica e/o penalità tempo.
    Collisione nel punto di corda
    Il pilota interno deve compiere la manovra di sorpasso interna senza frenare o rallentare la sua corsa contro il
    pilota esterno. Non può quindi entrare troppo veloce in curva, frenare la corsa contro la fiancata del pilota esterno
    e grazie ad essa compiere il sorpasso, diversamente indicato come ‘sorpasso con sponda’. In caso di incidente di
    particolare gravità o in caso di incidente e sorpasso senza che venga successivamente e tempestivamente
    restituita la posizione, il pilota interno è punibile con sanzione in punti classifica e/o penalità tempo.
    Collisione in uscita curva
    In uscita curva il pilota interno ha diritto ad allargare fino al cordolo opposto senza lasciare spazio solo se l’auto
    avversaria è arretrata di almeno mezza auto rispetto alla propria, in caso contrario è obbligatorio lasciare spazio
    sufficiente per l’avversario. In caso di incidente di particolare gravità o in caso di incidente e sorpasso senza che
    venga successivamente e tempestivamente restituita la posizione, il pilota interno è punibile con sanzione in punti
    classifica e/o penalità tempo

    #1254
    ciracesonline
    Amministratore del forum
    Italia
    Youtube

    Alla luce dei fatti dopo attenta revisione del replay al punto dell’ incidente sopra indicato, il pilota esterno, Cristiano D’Aquino non manteneva la propria linea esterna di traiettoria ma chiudeva la stessa con inevitabile “toccata” al diretto avversario in quel momento Gianluca Mangione che si trovava per l’ appunto all’ interno della traiettoria, ma e’ pur vero che quest’ ultimo, Mangione Gianluca, non mantenendo la traiettoria stretta all’ interno curva, senza lasciare lo spazio sufficiente all’ avversario per poter effettuare la propria traiettoria, quindi in questa situazione i due piloti hanno entrami ragione e torto non avendo rispettato le suddette regole poste in precedenza su questo forum. E’ altresi vero pero’ che il pilota Mangione, nonostante l’ incidente provocato, sicuramente senza malizia alcuna, non ha restituito in tempo debito la posizione al malcapitato D’Aquino, incappando in una penalita’ di -3 punti nella classifica generale.

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.